Altro

    #MilanoContractDistrict, Cucina Ernestomeda by De Lucchi

    Michele De Lucchi reinterpreta uno dei #modelli di maggior successo di #Ernestomeda in una capsule limited edition disegnata in esclusiva per le residenze Horti di Milano.
    Partner del progetto #MilanoContractDistrict, la prima Interior #Design Platform al mondo, insignita della Menzione d’Onore all’ultima edizione del Compasso d’Oro, e selezionata da BNP Paribas per aver innovato, attraverso i propri servizi e input di marketing, il processo #immobiliare trasformando la pura fornitura di prodotto in un #progetto di capitolato di #cucina esclusivo.

    Anticipando la richiesta di #esclusività del pubblico acquirente di un prodotto residenziale di alta gamma quale quello di “Horti”, Milano Contract District ha risposto all’invito del committente BNP Paribas RE con un modello di cucina di capitolato firmata Ernestomeda e rivisitata appositamente dal medesimo progettista dell’intera operazione immobiliare: l’arch. Michele De Lucchi.
    “Siamo onorati di esserci aggiudicati questo progetto con un player importante come BNP Paribas RE grazie all’abbinamento tra un’idea di prodotto esclusivo e un concept innovativo di fornitura nel settore immobiliare – dichiara Lorenzo Pascucci, general manager di MCD.

    Il modello di cucina si caratterizza per le forme dal #design versatile, in grado di dare vita a un ambiente di cucina contemporaneo, realizzato attraverso soluzioni materiche e differenti gradi di percezione tattile. #Sobrietà e #raffinatezza sono espresse attraverso sottili contrasti cromatici e formali che rendono la cucina calda e accogliente. La dualità dei volumi, insieme all’alternanza di colori lucidi e opachi, rende il modello di cucina fluido e dinamico.

    Il progetto di Michele De Lucchi dona alla cucina una nuova veste, creata grazie alla lavorazione del #legno scavato a bassorilievo. Il ritmo della superficie dei pannelli è dettato da una trama di listelli regolari che esaltano i chiaroscuri e fanno vibrare la luce. Le tecnologie a disposizione di Ernestomeda e la scelta del frassino europeo, uno dei legni più indicati per la fresatura a controllo numerico, hanno infatti permesso di sperimentare e definire una nuova pelle architettonica che ridefinisce la cucina come un oggetto dal valore estetico e simbolico. Il disegno tridimensionale del rivestimento si ispira agli schizzi e alle sculture della serie Cataste di Michele De Lucchi, costruzioni archetipiche ed evocative per cui “non esisterà mai un cambiamento d’uso, un adeguamento funzionale, una modifica tecnologica, una convenzione immobiliare, una perizia estimativa, un nuovo stile di vita che metterà in crisi il valore architettonico di una catasta di legno”.

    Al centro del programma di cucina visibile al secondo piano del “Casello” di via Orti 25, l’elegante #isola caratterizzata dalle ante in legno disegnate da De Lucchi, “incorniciate” dal top in granito Breccia Imperiale. La composizione a parete è contraddistinta da basi e colonne in Laccato Opaco Moka, dal top e dallo schienale in Stone+ Cocoa Velour e dal pensile InLine in vetro riflettente chiaro con telaio Laccato Opaco Moka. A “chiudere” l’allestimento, la zona #living caratterizzata da boiserie, basi sospese e mensole in Laccato Opaco Grigio Vaio, con piano d’appoggio e alzata nella stessa finitura.

     

     

    Claudia Omezzolli
    Claudia Omezzollihttps://www.mobilpro.it/
    Ciao sono Claudia, esperta di Arredamento e comunicazione. Amo i gatti, la natura e tutto quello che riguarda il design e l'arredamento. Sono una grafica professionista specializzata nel settore che amo ❤️

    Articoli simili

    i più visti